Cervino – 4478 mt – vie normali

Il Cervino, la cima simbolo delle Alpi, sogno di una vita di molti alpinisti. Per conquistarlo servono preparazione e voglia di faticare, riservato a chi ha già una buona esperienza in montagna e di arrampicata su roccia.

Difficoltà:

Difficile, è richiesto un ottimo allenamento e precedente esperienza di creste ed arrampicata su roccia in montagna. Sulla via normale italiana detta Cresta del Leone, Difficoltà su roccia IV+ da affrontare con gli scarponi. Tratti atletici lungo corde fisse.

cervino-cresta-tyndall
Cervino – Cresta del Leone – poco prima di raggiungere il Pic Tyndall

Costo:

€ 900 una persona per la salita dalla via normale italiana o svizzera

€ 1100 per la traversata: salita dalla Cresta del Leone e discesa lungo la cresta Hornli)

La quota comprende:

Accompagnamento della guida alpina

La quota NON comprende:

Spese di viaggio, pernottamento ai rifugi, eventuale biglietti impianti di risalita o trasporto jeep.
Spese della guida a carico del cliente.

Minimo partecipanti:

Massimo 1 persona per guida

Materiale necessario:

Casco, imbraco, scarponi, ramponi e piccozza classica, lampada frontale, 2 moschettoni a ghiera, 1 fettuccia per longe, occhiali da sole, crema solare, thermos, viveri da corsa per i pranzi, gavetta, cucchiaio, piccolo saccopiuma.

Altre informazioni

La salita al Cervino non è da sottovalutare, qualunque sia la via che si sceglie. La via normale italiana risulta più atletica con tratti molto faticosi lungo corse fisse e catene. Entrambe le vie sono molto lunghe e richiedono ottimo allenamento. Si consiglia un percorso di avvicinamento realizzando altre salite di preparazione sull’arco alpino da concordare con la guida.

error: Contenuto protetto
X
X