Condizioni Alpi Apuane – 19 Gennaio 2020

Breve report sulle condizioni Alpi Apuane per l’alpinismo invernale.

Le ultime nevicate di venerdì e sabato sono state purtroppo molto deboli e hanno portato poca neve sulle nostre montagne.

Ora possiamo trovare qualche cm di neve ghiacciatina a partire da quota circa 1400 m. A salire di quota, il quantitativo di neve sale fino ad arrivare a un massimo di 10/15 cm dipendentemente dagli accumuli. La neve risulta buona e ghiacciata, soprattutto nei primi centimetri, da quota 1500 a 1600 circa. Salendo sopra questa quota, la qualità della neve tende a peggiorare e non è adatta a una progressione in Piolet Traction.

Condizioni per l’alpinismo invernale

Siamo andati a fare una ricognizione alla Nord del Grondilice. Alle quote del rifugio Orto di Donna (1503 m) la neve è buona, ben ghiacciata nella parte inferiore e con qualche cm di neve meno portante in superficie.
Salendo la qualità peggiora, fino a diventare non portante per piccozze e ramponi.

Abbiamo salito il canalino Nerli, la salita è risultata più difficoltosa del solito proprio a causa delle cattive condizioni della neve.

Il canale risulta parecchio secco e ripido, non ci sono nè accumuli di neve nuova nè macchie di neve vecchia. La salita risulta però ottimamente proteggibile su roccia con protezioni veloci. In queste condizioni la neve risulta praticamente solo d’impiccio e si è ricercata la progressione su roccia in dry. Le zolle di terra (paleo) risultano invece perfettamente gelate e ottime per la progressione.

Nell’avvicinamento al canale è necessario prestare attenzione a tutti i pendii di neve che coprono placche rocciose.

Nel complesso, è stata una bella giornata di alpinismo invernale.

Le condizioni della neve potranno migliorare nei prossimi giorni, ma il quantitativo di neve sarà sempre piuttosto scarso. Speriamo in nuove precipitazioni.

 

La Nord del Grondilice

 

Il Canalino Nerli sulla Sinistra

 

Dentro al Canale

 

La traversata, su roccia

 

La fine della traversata su Paleo Traction

 

La cima del Grondilice

 

   

 

 

Nota

Le condizioni della montagna, e in particolare quelle per l’alpinismo invernale, sono intrinsecamente variabili e le valutazioni delle stesse sono intrinsecamente soggettive. In questi articoli cerchiamo di fornire informazioni generali e report fotografici che permettano agli appassionati di alpinismo invernale sulle Alpi Apuane di evitare i classici “giri a vuoto”. Spetta a ciascuno stabilire se le condizioni dell’itinerario scelto corrispondono alle proprie aspettative e sono compatibili con la proprie capacità tecniche, esperienza e attrezzatura. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto
X
X
X