Febbraio, 2024

17Feb(Feb 17)8:00 am25(Feb 25)5:00 pmCorso di alpinismo invernale tecnico - Modulo CVie lunghe a tiri in inverno su roccia ghiaccio e misto Attività, Corsi e Spedizioni:CorsoTipo di disciplina :Alpinismo in alta montagna

Dettagli evento

Corso di alpinismo invernale tecnico – Modulo C

Il corso di alpinismo invernale tecnico permette di acquisire le conoscenze e tecniche necessarie ad affrontare itinerari di neve, ghiaccio e misto nella montagna invernale con progressione a più tiri: goulotte e itinerari di misto

Il corso di norma si svolge nell’Appennino Tosco Emiliano o nelle Alpi Apuane. Nel caso di condizioni inadatte in questi luoghi, potrà svolgersi altrove.

Si svolge in due fine settimana:

> 17-18 febbraio e 24-25 febbraio 2024

Obiettivo

apprendere le tecniche di assicurazione e progressione che si rendono necessarie quando è inverno… e si scala.

Difficoltà corso di alpinismo invernale tecnico

Medio-difficile.

Prerequisiti

Daremo per scontati la progressione su vie sportive di più tiri, le calate in doppia, il cramponage e il soccorso in valanga, perciò:

E’ necessario conoscere i rischi legati a neve e valanghe, sapere utilizzare i sistemi di autosoccorso ARTVA, pala e sonda. Padroneggiare la tecnica di “cramponage” (utilizzo di piccozza classica e ramponi) su terreni inclinati con neve ghiacciata.

Queste cose si imparano al corso di alpnismo invernale – Modulo A – Base 

Inoltre

E’ necessario avere esperienza di arrampicata su vie sportive o alpinistiche di più tiri da primi di cordata.

Queste cose si imparano al corso di arrampicata su vie sportive di più tiri o al corso di vie alpinistiche di più tiri o al corso di alpnimo invernale – Modulo B – Canali

E ancora

E’ necessario arrampicare da primo di cordata su roccia (non indoor) su vie sportive di grado minimo di 4c a vista e 5b lavorato.

Definizioni

  • “Chiudere un tiro” significa avere arrampicato un itinerario da primo di cordata dalla partenza alla catena, senza mai essersi riposati appendendosi alla corda o aver superato dei passaggi sfruttando i rinvii o gli ancoraggi intermedi con mani o piedi.
  • Arrampicare a vista un tiro significa “chiuderlo” senza averlo mai arrampicato prima, o visto arrampicare da qualcuno o avere avuto dei suggerimenti da qualcuno durante la scalata.
  • Padroneggiare un grado a vista significa che si è in grado di chiudere vie di quella difficoltà quasi sempre, 9 volte su 10.
  • “Chiudere un tiro lavorato” significa averlo scalato in modo pulito senza averlo fatto a vista, ma dal secondo tentativo in poi. Conoscendo i passaggi e avendoli provati si può pertanto riuscire in itinerari fuori dal proprio limite a vista.

 

 

Linea d'Ombra al Grondilice
Su un itinerario di media difficoltà al Grondilice (Alpi Apuane)

Costo

470 €

Se in fase di iscrizione volete fare modulo A B e C, il costo del pacchetto per tutti i corsi è scontato a 940 € in un’unica soluzione, anziché 1070.

La quota comprende

Accompagnamento e insegnamento da parte delle guide alpine
Uso materiale di cordata (corde,  attrezzatura di sicurezza, protezioni veloci, viti da ghiaccio, friends, chiodi, fittoni ecc…)

Per chi non possedesse parte del materiale tecnico, possiamo mettere a disposizione gratuitamente quasi tutto, di seguito ciò che ha un costo di noleggio

La quota NON comprende

Viaggio in cui la guida sale con i partecipanti, ma non partecipa alle spese.

Eventuale pernottamento mezza pensione dei partecipanti e della guida da dividere fra gli allievi.

Eventuale noleggio kit artva, pala e sonda, piccozze tecniche da piolet traction, ramponi.

Materiale necessario corso di alpinismo invernale tecnico

– scarponi rigidi o semirigidi idonei alla neve

– ramponi in acciaio 12 punte con sistema di aggancio adatto ai propri scarponi

– 2 piccozze da piolet traction

– longe doppia elastica per piccozze, chiamata leash

– imbragatura da arrampicata

– casco

– kit artva, pala e sonda

opzionale (portate queste cose se le avete, ma non acquistatele… durante il corso capirete quali sono le attrezzature più comode da utilizzare)

– kit piastrina gi-gi (con i suoi moschettoni)
– kit secchiello multiattrezzo (con moschettone)
– 3 moschettoni a ghiera (di cui uno HMS)
– 4 cordini in kevlar (2 da un giro spallìa e 2 da due giri spalla)
– un mazzo di dadi
– una serie di friend
– 3 o 4 chiodi a fessura, martello

e quello consigliato:

– abbigliamento da escursionismo invernale (compresi guanti e cappello caldi)

– giacca leggera impermeabile (guscio)

– soprapantaloni impermeabili

– ghette

– occhiali da sole alta protezione

 

Altre informazioni corso di alpinismo invernale tecnico

Programma del corso:

– progressione a tiri su terreni ripidi di neve e ghiaccio

– progressione su ghiaccio e misto

– assicurazione su ghiaccio e misto, sicura dinamica, uso delle protezioni veloci, viti da ghiaccio, chiodi, pecker, martello

– realizzazione soste su ghiaccio e misto

– soste da abbandono per calate su ghiaccio e misto

Dove alloggeremo

In genere la sera del primo giorno si rimane a dormire in zona; non è obbligatorio e se preferite potete dormire a casa e tornare all’appuntamento la mattina seguente.

Nel caso il corso si svolga in zona lago Santo modenese potremmo dormire qui:

Rifugio Vittoria al lago Santo

La buca delle fate a Tagliole

 

I nostri corsi di alpinismo invernale

Modulo A – Base

Modulo B – Canali

Modulo C – Avanzato

Data

sabato 17 Febbraio 8:00(am) - domenica 25 Febbraio 5:00(pm)

Luogo

Alpi Apuane e Appennino Tosco-Emiliano

Costo

€ 430

Organizzatore

Guide Alpine White&Bluecell. +39 347 1875566 info@wbguides.com

error: Contenuto protetto
×

Powered by WhatsApp Chat

× Scrivici su whatsapp
X
X
X