Affilatura Ramponi da Misto Classico

Qui di seguito potete vedere un simpatico video in cui viene mostrata una possibilità di affilatura ramponi da misto classico.

E’ sicuramente un video controverso, che può suscitare opinioni divergenti.

Faccio una premessa

Nel lavoro di guida alpina, soprattutto nella stagione estiva, mi capita di usare, quasi quotidianamente per circa tre mesi, i ramponi da alpinismo classico.

Indipendentemente dal tipo di aggancio allo scarpone: automatico, semi-automatico, universale.

Questi ramponi sono costruiti con acciaio temprato paricolarmente robusto. Infatti il terreno per cui sono progettati spazia dalla neve dura, al ghiaccio, fino alla roccia. Si usano per la progressione “punte a piatto”.

Ciascun rampone è generalemente formato da 12 punte, solo in alcuni casi da 10 punte. Dieci punte sono situate sotto lo scarpone e due sono frontali.

Le punte più importanti per questi ramponi sono quelle al di sotto dello scarpone, di minore importanza risultano invece le punte frontali.

Da nuovi sono perfettamente affilati e fanno buona presa su tutti i terreni, ma col tempo le punte tendono a stondarsi. Basta camminare per una lunga giornata sulle rocce (a volte capita perchè sono impiastrate di verglas) per aver le punte perfettamente tonde.

E’ in questo momento che l’attrezzatura si trasforma da alleata a nemica. Finché usiamo un paio di ramponi con le punte tonde sulla neve dura non notiamo la differenza. Ma se ci troviamo a fine stagione su ghiacciai scoperti dalla neve con ghiaccio vivo affiorante, abbiamo ai piedi un paio di pattini a rotelle.

Prendetevi cura della vostra attrezzatura

E’ importante quindi affilare le punte dei vostri ramponi, soprattutto quelle sotto.

Mi sono accorto che fare questa operazione con la lima richiede un tempo infinito. Si tratterebbe infatti di limare a fondo 48 facciate di acciaio durissimo, spesso su inclinazioni che rendono poco efficace ogni abrasione manuale di metallo.

Il risultato è che procrastiniamo la manutenzione e ci ritroviamo con i ramponi spuntati in montagna nel momento sbagliato.

Quindi per mantenere elevata la sicurezza:

  1. Compriamo un paio di ramponi nuovi.
  2. Teniamo quelli vecchi e utilizzando una smeriglietrice angolare (dalle mie parti si chiama “flessibile”) con un disco di cartaverto ne limiamo le punte in cinque minuti.

Nei manuali di istruzioni le aziende produttrici indicano di affilare le punte  solo con lime, senza quindi utilizzare mole abrasive. Indicano anche di non far superare al metallo i 100° C. Hanno ragione! Il surriscaldamento modifica la struttura dell’acciaio con il rischio di conferire maggiore fragilità.

Procedura affilatura ramponi

  • E’ necessario eseguire questa operazione con un disco abrasivo con carta a grana molto grossa.
  • E’ importante insistere su ogni lato per non più di due secondi al fine di non surriscaldare troppo l’acciaio.
  • Dopo una facciata, non limate il lato opposto, ma spostatevi su un altra punta.
  • Se una punta richiede più di un passaggio ritornateci quando si è raffreddata.
  • Se, dopo il passaggio notate che una punta, invece di avere un colore argenteo brillante, è bluastra, si è scaldata troppo. Avete fallito l’obiettivo!  Cercate di non ripetere l’errore sulle seguenti.

 Quante volte lo posso fare?

A mio avviso non più di tre/quattro volte, dopo di che le punte risulteranno troppo corte e i ramponi saranno da sostituire con un paio nuovo.
Ah…un ultima cosa: uno smerigliatore angolare costa 25 euro + 5 del disco, più o meno quanto 4 lime.

Co-Starring

Marla – Alby’ cat

Se ti è piaciuto questo tutorial, potresti essere interessato anche a vedere come si affilano le viti da ghiaccio.

Nei nostri corsi di Alpinismo invernale base e di Alpinismo in alta montagna si usano questo tipo di ramponi.

Potete seguire il mio canale Youtube, dove trovate anche altri tutorial e scrivermi a alberto@wbguides.com.

error: Contenuto protetto
X
X
X