Tex SuperMaxiEroe
L’anfiteatro localizzato dalla parte sud del lago Santo

Tex SuperMaxiEroe è una nuova via che abbiamo aperto (Edoardo Montorsi  e Carlo Alberto Montorsi) sulla bastionata rocciosa sopra al Lago Santo Modenese.
E’ una via di misto “moderno”, che alterna ghiaccio, roccia e paleo ghiacciato.
Nonostante la sua brevità, è una via impegnativa che necessita di una buona preparazione alpinistica.
La chiodatura non è abbondante e i passaggi sono abbastanza obbligatori.

E’ stata aperta il 31 dicembre 2020, dal basso, con l’utilizzo di protezioni veloci e qualche raro fix. 
La via è stata dedicata al nostro caro amico Massimo Bernardi Tex, gestore del Rifugio Vittoria e custode premuroso di queste bellissime montagne.

Tex SuperMaxiEroe
La foto del tracciato

Tex Super Maxi Eroe, bastionata sopra al Lago Santo Modenese
70 m, WI 4 , M6+, obbl.

Avvicinamento: Dal Rifugio Vittoria al Lago Santo Modenese, costeggiare sulla dx il lago e proseguire fino a passare gli altri 2 rifugi. Proseguire fino a incontrare il conoide dell’accesso diretto al Canale Centrale e continuare a costeggiare il lago fino a raggiungere la bastionata rocciosa, che si raggiunge con un canale a circa 35°.
Negli anni secchi può essere necessario superare un primo risalto roccioso prima di accedere alla larga cengia dove parte la via. 

Materiale necessario: viti da ghiaccio (meglio se corte), chiodi, pecker, serie di friends dallo 0.2 al 2, nut, 2 mezze corde. 

Tiro 1, 30 m, WI4, M5
Salire il primo diedrino fino a portarsi sulla colata di ghiaccio. Salirla per una decina di metri (dopo 7-8 metri presente chiodo sulla sx con cordone), fino a portarsi sotto alla candeletta. Salire la prima candela sulla sx (o aggirarla sulla dx) fino a portarsi sotto a un’altra candeletta. Salirla (fix sulla sx) e andare a sostare nella nicchia appena sopra (1 fix, 1 chiodo).

Tiro 2, 20 m, M6+
Dalla sosta traversare verso destra (ben proteggibile con friends) e portarsi alla base di uno strapiombo. Salirlo con movimenti atletici su buoni agganci ma lontani (2 fix). Continuare verticalmente fino a lasciarsi un alberello sulla sx e raggiungere la cengia dove si trova la sosta (1 fix, 1 chiodo)

Tiro 3, 20 m, M5+
Traversare a sx per cengetta accennata (poco proteggibile) e portarsi sotto alla verticale di un diedro con toppe di paleo (Grosso Pecker incastrato). Salirlo con qualche movimento atletico e andare a sostare su pianta nel bosco. (Cordone presente)

Nota: nel primo tiro è possibile passare anche a dx, evitando le 2 candelette sulla sx. E’ consigliabile però fare una buona sosta riparata prima di affrontare l’atletico strapiombo del secondo tiro, per effettuare una sicura migliore al primo di cordata.

Discesa in doppia da albero da 60 metri

Tex SuperMaxiEroe
Dall’ultrima sosta
Tex SuperMaxiEroe
Il secondo tiro di M6+
Tex SuperMaxiEroe
Il primo tiro
 
Tex SuperMaxiEroe
La foto del tracciato
Il SuperMaxiEroe
Il SuperMaxiEroe

 

Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto
X
X
X